Digital Heroes, un ciclo di incontri con i protagonisti della Digital Transformation

Chi c’è dietro, anzi dentro, le culture e le realtà digital più interessanti in Italia e nel mondo? Abbiamo deciso di provare a fornire una risposta concreta a questa domanda. 

Come? Organizzando Digital Heroes, un ciclo di appuntamenti gratuiti rivolti a executive, manager e professionisti del digital, ma anche a blogger, giornalisti e studenti di comunicazione – per incontrare da vicino professioniste e professionisti provenienti dalle realtà più importanti del panorama internazionale. Non i soliti workshop, ma occasioni per discutere dei temi più caldi del momento, sfatare i luoghi comuni e scambiare idee, emozioni, storie con ospiti accuratamente selezionati. 

Durante il primo appuntamento con Antonella La Carpia, Marketing Director EMEA & APAC di Teads, abbiamo parlato di Viewable Advertising & Artificial Intelligence. Antonella ha oltre un decennio di esperienza nel mondo dell'industria digitale. Appassionata di musica, nel corso degli anni ha ricoperto diversi ruoli tra Comunicazione, Marketing e PR e dal 2014 lavora in Teads, ideatrice della pubblicità video outstream e primo video advertising marketplace al mondo secondo la classifica di comScore. 

teads-inread-adv
 
L'Artificial Intelligence è tutta intorno a noi, e sta iniziando a incidere pesantemente anche sull'industria della pubblicità. 
Le aziende utilizzano l'apprendimento automatico per decidere quali impression acquistare e quale messaggio mostrare a ogni singolo utente. Siamo ormai pronti per un futuro in cui la creatività potenziata dei dati aiuta gli algoritmi a fornire il messaggio "perfetto" - autoassemblato, colloquiale, mirato - in tempo reale.
Da un lato, gli investimenti pubblicitari nei formati video sono in costante aumento: se nel 2017 si sono attestati sui 13,23 miliardi di dollari, nel 2021 è previsto un traguardo di 22,18 miliardi (Fonte: eMarketer, U.S. Digital Video Ad Spending, 2017 – 2021, August 2017). Dall'altro, è palese una crescente sfiducia da parte dell'opinione pubblica nei confronti dei colossi del digitale: la vicenda di Cambridge Analytica, che ha chiamato in causa direttamente il C.E.O. di Facebook, ne è l'ultimo esempio.
 
Antonella La Carpia ha presentato uno scenario in cui questi due trend, insieme all'impatto tecnologico dell'AI sull'ecosistema pubblicitario, obbligano agenzie e inserzionisti a ripensare le proprie scelte: creativi e developer devono lavorare insieme per creare campagne non solo efficaci ma anche utili per i destinatari.
Le sfide del settore del Video Advertising, del resto, sono enormi: per citarne solo due, i contenuti sono costosi da produrre e da scalare e gli utenti sono abituati a esperienze sempre più personalizzate. Le soluzioni proposte da Teads vanno in questa direzione, attraverso tre prodotti proprietari: Native, InRead e Studio. L'obiettivo è garantire l'engagement in ogni fase e su ogni device utilizzato, mantenendo una Viewability superiore alle altre piattaforme. 
 
i-mille-digital-heroes-paolo-pascolo
 
Teads è anche la prima azienda al mondo ad aver integrato un chatbot all'interno di un annuncio video outstream: una campagna che ha ottenuto dei risultati molto elevati, soprattutto su mobile, aiutando il brand a migliorare la propria awareness presso un pubblico accuratamente targettizzato.
Insomma, non è un ossimoro affermare che durante il primo appuntamento con i Digital Heroes abbiamo parlato del futuro anteriore dell'online adv.
 
Il ciclo di incontri proseguirà per tutto il 2018. Se credete, come noi, che gli eroi digitali esistano davvero, rimanete aggiornati su Facebook, Twitter e LinkedIn.